Finocchiona IGP è boom di consumi: in un anno aumenti del 40 per cento

La Finocchiona IGP continua a conquistare sempre più palati sul mercato italiano e consolida la sua presenza all’estero. A dirlo sono i dati riferiti alla produzione nel primo semestre del 2017, che confermano un trend molto positivo già emerso tirando le somme del 2016. Nel primo semestre del 2017, i chilogrammi di prodotto insaccato sono stati oltre 870 mila, con un aumento di circa il 38 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, mentre la quantità di Finocchiona IGP certificata ed immessa sul mercato per il consumo è cresciuta del 40,3 per cento trovando una spinta dovuta anche alla produzione degli ultimi mesi del 2016. Segno più anche per il prodotto porzionato e confezionato sottovuoto, con un incremento del 53,1 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre la performance più rilevante è registrata dalla Finocchiona IGP affettata e confezionata in vaschetta, più che raddoppiata rispetto ai primi sei mesi del 2016. Già oltre 1 milione e 200 mila pezzi confezionati con un incremento dei quantitativi del 258,1 per cento, tradotto in un aumento del numero di pezzi confezionati pari al 289,1 per cento e pertanto in maggiori vendite sia in Italia che all’estero. Numeri e percentuali che, sotto il profilo economico, stimano per i primi sei mesi dell’anno un valore di oltre 5,2 milioni di euro alla produzione e oltre 9,1 milioni di euro alla vendita.

Produzione nelle province toscane. Da un’analisi della produzione divisa per province, inoltre, emerge che Siena è ancora la capofila, con oltre 291 mila chilogrammi di prodotto insaccato, seguita da Arezzo con circa 279 mila e Firenze con quasi 237 mila. Nel prodotto certificato IGP ed immesso sul mercato, invece, spicca il capoluogo regionale, con oltre 227 mila chilogrammi grazie alla spinta produttiva degli ultimi due mesi dello scorso anno, seguito da Siena, con oltre 225 mila, e Arezzo, con quasi 215 mila. Seguono con valori minori ma sempre significativi, le province di Grosseto, Pisa, Lucca, Pistoia e Prato.

Finocchiona IGP piace sempre più anche all’estero. Sul fronte dell’export, i segnali dei primi mesi del 2017 confermano un crescente interesse verso lo storico e tipico salume toscano, con dati molto positivi in Germania, Inghilterra e Svezia, i primi tre Paesi nel consumo di Finocchiona IGP in Europa, mentre negli altri continenti il prodotto piace sempre più in Nuova Zelanda, Giappone e Canada.

“I dati molto positivi del primo semestre 2017 – afferma Alessandro Iacomoni, presidente del Consorzio di tutela della Finocchiona IGP – sono il frutto dell’impegno quotidiano di tutti i nostri soci, che ringrazio per la passione con cui, ogni giorno, ricercano la massima qualità della Finocchiona IGP in ogni fase della sua filiera e produzione, dalla scelta delle materie prime al prodotto finito, puntando a offrire ai consumatori un salume autentico e unico nel suo sapore, legato alla tradizione della Toscana. I primi sei mesi del 2017 saranno uno stimolo importante per continuare a lavorare in questa direzione e fanno ben sperare per una crescita altrettanto positiva nella seconda parte dell’anno. L’obiettivo che ci poniamo è chiudere cercando di confermare il trend positivo dell’anno in corso, sfruttando anche l’incremento produttivo che accompagna solitamente il periodo delle Feste di fine anno”.

“Il primo semestre 2017 – aggiunge Francesco Seghi, direttore del Consorzio di tutela della Finocchiona IGP – ha portato avanti un trend positivo già emerso dai dati economici e produttivi riferiti al 2016. Questo risultato non era scontato e conferma l’importanza di promuovere e far conoscere sempre più, su vari canali e raggiungendo target diversi, il nostro prodotto e le caratteristiche che lo rendono un insaccato unico, toscano, legato da sempre a una terra di carattere e ricca di storia, cultura e prodotti tipici. E’ in questa direzione che continueremo a lavorare partecipando a fiere ed eventi internazionali, potenziando la collaborazione con altri Consorzi e investendo energie e risorse in comunicazione. Non dobbiamo poi scordare l’importante lavoro di tutela della denominazione che stiamo portando avanti su più fronti: la lotta alle imitazioni ci vede impegnati in prima linea per tutelare la Finocchiona IGP, i suoi produttori e dare garanzie ai consumatori”.

La Finocchiona IGP all’Ambasciata di Francia per la festa nazionale

Una giornata di festa per celebrare la presa della Bastiglia con le eccellenze enogastronomiche della Francia e del migliore Made in Italy, a partire da quelle toscane. È l’evento che si terrà presso l’Ambasciata di Francia a Roma venerdì 14 luglio, in occasione della Festa nazionale francese e che vedrà protagonista, tra gli altri, la Finocchiona IGP. Il Consorzio di tutela della Finocchiona IGP prenderà parte, per il secondo anno consecutivo, alle celebrazioni organizzate a Palazzo Farnese insieme ai Consorzi tutela Pecorino Toscano DOP, Chianti Classico, Prosciutto Toscano DOP e Olio Chianti Classico DOP. All’evento sono attesi, fra gli altri, esponenti del mondo politico e istituzionale nazionale e internazionale, ambasciatori di altri Paesi, cittadini francesi residenti in Italia e molte aziende transalpine che operano sul territorio nazionale.

“Si tratta di un appuntamento a cui partecipiamo sempre con piacere – afferma Francesco Seghi, direttore del Consorzio di tutela della Finocchiona IGP – per rafforzare la sinergia tra Italia e Francia, un Paese con il quale il legame è molto forte per tanti motivi. Per i nostri consorzi sarà l’occasione per far conoscere ancora di più le nostre produzioni, sinonimo di qualità e già apprezzate anche fuori dai confini nazionali. In questa giornata-simbolo per il popolo francese, la Finocchiona IGP rappresenterà con orgoglio il nostro Paese e la Toscana”.

Finocchiona Igp e la sua storia protagonisti negli eventi di Vetrina Toscana

La Finocchiona IGP, con il suo sapore unico e la sua storia di eccellenza che la lega alla Toscana, sarà fra i protagonisti dell’evento in programma martedì 4 luglio, a partire dalle ore 19, nella Villa Caruso Bellosguardo, a Lastra a Signa. L’appuntamento, intitolato “Melodie di zafferano nella dimora del grande tenore”, aprirà il cartello ne di quattro iniziative estive all’insegna del buon gusto organizzate dalla Camera di Commercio di Firenze, in collaborazione con Confcommercio e Confesercenti nell’ambito del progetto regionale di Vetrina Toscana.

Le quattro serate saranno ospitate in ville storiche e musei e proporranno, dalle ore 19.30, cooking show con ristoratori aderenti a Vetrina Toscana, pronti a far conoscere ed esaltare le eccellenze della Toscana a marchio Dop e Igp. Insieme alla Finocchiona IGP, gli appuntamenti dedicati al buon gusto vedranno protagonista lo zafferano delle colline fiorentine, il Marrone del Mugello Igp, la Cipolla di Certaldo, il Pane toscano Dop, l’Olio toscano Igp, il Chianti dei Colli Fiorentini Docg e la Cinta senese Dop, raccontati dai rappresentanti dei rispettivi Consorzi. Tutte le serate sono gratuite e aperte agli operatori del settore e al pubblico, su prenotazione e fino a esaurimento dei posti disponibili, con la possibilità di visite guidate ai musei e alle ville storiche che ospiteranno gli eventi. Gli altri appuntamenti sono in programma martedì 11 luglio al Museo della Ceramica di Montelupo, martedì 18 luglio a Villa Pecori Giraldi – Museo Manifattura Chini a Borgo San Lorenzo e martedì 26 settembre al Palazzo Pretorio di Certaldo.

“Il Consorzio di tutela della Finocchiona Igp – spiega Francesco Seghi, direttore del Consorzio – ha colto con piacere l’opportunità di partecipare all’evento promosso dalla Camera di Commercio di Firenze, che ringraziamo per averci coinvolto in questo progetto di valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche della regione. Per il nostro prodotto, la presenza alle degustazioni e ai cooking show accanto ad altri prodotti tipici della Toscana e in cornici di valore storico, sarà una nuova occasione per far conoscere da vicino la Finocchiona IGP, la storia e il sapore che lo rendono un sapore tipico del territorio in cui nasce. A questo si unisce una rinnovata sinergia con altri Consorzi di tutela toscani, rafforzando una collaborazione che sta crescendo sempre di più con l’obiettivo primario di promuovere e valorizzare il patrimonio enogastronomico della regione”.

Domenica 28 maggio la Finocchiona IGP su La7, nella trasmissione ‘Gustibus’

La Finocchiona IGP protagonista in tv, per raccontare come nasce un prodotto di eccellenza legato alla storia e alle tradizioni gastronomiche della Toscana. L’appuntamento è per domenica 28 maggio, intorno alle ore 12.45, nella trasmissione ‘Gustibus’, in onda ogni settimana su La7 e dedicata a prodotti, luoghi e sapori della tradizione italiana.

Il servizio racconterà la produzione del tipico salume, dalla selezione delle carni al prodotto finito, passando per la speziatura dell’impasto – arricchito da semi o fiori di finocchio, sale, pepe e aglio – l’insaccatura e la fase di stagionatura.

Finocchiona IGP e birre artigianali: a Siena un altro doppio incontro di gusto

BirraFinocchionaIGP46Nuova settimana di eventi a Siena per scoprire il gusto della Finocchiona IGP abbinato alle birre artigianali. La rassegna “A tutta Finocchiona” festeggia l’originale connubio con due nuove giornate in programma, giovedì 25 e venerdì 26 maggio alla Birreria La Diana, in via della Stufasecca 1, in compagnia di laboratori, degustazioni guidate e assaggi golosi per scoprire l’originale abbinamento tra il salume tipico toscano e le birre artigianali selezionate e prodotte dal birrificio senese.

BirraFinocchionaIGP36Il programma della due giorni a “Tutta Finocchiona”. Giovedì 25 e venerdì 26 la Finocchiona IGP incontra gli studenti dell’Istituto di istruzione superiore statale “Bettino Ricasoli”. Ospiti delle “lezioni di gusto” guidate da Francesco Seghi, direttore del Consorzio Tutela Finocchiona IGP, saranno gli studenti della classe V B dell’indirizzo trasformazione prodotti e i ragazzi della V A gestione ambiente e territorio. A completare il programma di eventi anche gli appuntamenti del pomeriggio, sempre di giovedì 25 e venerdì 26 maggio, per l’aperitivo guidato da Gianpaolo Betti dell’Unione Degustatori Birre. Ospite speciale del pomeriggio di venerdì 26 maggio sarà Rossella Giulianelli, chef della sezione Lady Chef dell’Unione Regionale dei Cuochi Toscani, che dalle ore 18.30, delizierà il palato dei presenti preparando la mini cheesecake alla Finocchiona IGP.

BirraFinocchionaIGP14Birra e Finocchiona IGP anche a tavola. Gli incontri golosi alla Birreria La Diana proseguiranno per tutto il mese con lo speciale menù che abbina la rossa Pia, birra ambrata doppio malto con aggiunta di luppoli americani, al gusto tutto toscano del panino con Finocchiona IGP, Pecorino e crema di baccelli e la bionda Beatrice, chiara e morbida dal colore giallo paglierino al tagliere speciale con la regina dei salumi toscani.

Per conoscere il programma completo della rassegna “A tutta Finocchiona” è possibile consultare il sito www.finocchionaigp.it e seguire la pagina Facebook (Consorzio Finocchiona IGP) e il profilo Twitter (FinocchionaIGP).

Maggio “a tutta birra”: la Finocchiona IGP incontra gli artigiani del luppolo

La Finocchiona IGP incontra la birra artigianale per un ‘matrimonio’ di gusto che sarà celebrato alla Birreria La Diana di Siena, in via della Stufasecca 1. A maggio, due settimane di eventi, laboratori, degustazioni guidate e assaggi golosi per scoprire l’originale abbinamento tra Finocchiona IGP e birre artigianali selezionate e prodotte dal birrificio senese.

Le degustazioni e gli incontri didattici. La rassegna golosa si aprirà venerdì 19 maggio alle ore 19 con l’aperitivo guidato da Gianpaolo Betti dell’Unione Degustatori Birre che vedrà, tra gli ospiti, i pensionati della CNA. Giovedì 25 e venerdì 26 la Finocchiona IGP salirà in cattedra con un doppio appuntamento riservato agli studenti dell’Istituto di istruzione superiore statale “Bettino Ricasoli” di Siena che, per l’occasione, potranno assistere alla “lezione di gusto” guidata da Francesco Seghi, direttore del Consorzio Tutela Finocchiona IGP. L’appuntamento con gli artigiani della birra si rinnoverà anche nei pomeriggi di giovedì 25 e venerdì 26 maggio con l’aperitivo guidato dagli esperti sommelier dell’Unione Degustatori Birre, sempre in abbinamento alla Finocchiona IGP.

Finocchiona IGP, birra, ma non solo. Gran finale venerdì 26 maggio a tavola con Rossella Giulianelli, chef della sezione Lady Chef dell’Unione Regionale dei Cuochi Toscani, che dalle ore 18.30, si cimenterà ai fornelli de La Diana per preparare una mini cheesecake alla Finocchiona IGP, la ricetta che poche settimane fa ha vinto la prima edizione del contest “La Finocchiona in cerca di ricette”.

“La Finocchiona IGP e la birra artigianale – spiegano Alessandro Iacomoni e Francesco Seghi, rispettivamente presidente e direttore del Consorzio – sono una coppia perfetta. Siamo partiti da questa convinzione per costruire un’iniziativa nella quale crediamo molto e che prende vita, non a caso, con la bella stagione. Un panino con la finocchiona e una bella birra fresca, magari consumati in qualche angolo suggestivo della Toscana, sono il miglior modo per promuovere un prodotto adatto alla convivialità e all’incontro. Quello delle birre artigianali è un mondo affascinante e tutto da scoprire. Da tradizione il nostro salume si sposa al meglio con il vino e con altri prodotti tipici del nostro territorio, ma siamo certi che la Finocchiona IGP possa e debba percorrere anche strade nuove e meno battute, come quelle sicuramente gustose legate alle birre artigianali”.

Gli abbinamenti tra Finocchiona IGP e le birre. Per tutto il mese, inoltre, all’interno della birreria senese sarà possibile sperimentare degustazioni culinarie e ‘da bere’ che uniranno la Finocchiona IGP al sapore unico delle birre artigianali. Per celebrare il profumo e il sapore dette terre toscane sono state selezionate la rossa Pia, birra ambrata doppio malto con aggiunta di luppoli americani, da accompagnare al gusto tutto toscano del panino con Finocchiona IGP, Pecorino e crema di baccelli e la bionda Beatrice, chiara e morbida dal colore giallo paglierino che ben esalta il gusto del tagliere speciale, dove spicca la Finocchiona IGP, regina dei salumi toscani.

Info utili. Per conoscere il programma completo della rassegna “A tutta Finocchiona” è possibile consultare il sito www.finocchionaigp.it e seguire la pagina Facebook (Consorzio Finocchiona IGP) e il profilo Twitter (FinocchionaIGP).

La Finocchiona IGP fra i protagonisti di TuttoFood 2017, a Milano dell’8 all’11 maggio

E’ una vetrina internazionale ‘in patria’ quella che vedrà protagonista la Finocchiona IGP dopo le ultime trasferte in Vietnam e Germania. Da lunedì 8 a giovedì 11 maggio lo storico salume toscano sarà, infatti, a Milano insieme ad altri prodotti DOP e IGP del panorama enogastronomico toscano e italiano per partecipare a TuttoFood, fiera internazionale dedicata al food & beverage. Il Consorzio di tutela della Finocchiona IGP sarà al padiglione 2 negli stand S07 e S09.

Alessandro Iacomoni, presidente Consorzio tutela Finocchiona IGP“Il Consorzio di tutela della Finocchiona IGP – afferma il presidente, Alessandro Iacomoni – partecipa a Tuttofood, manifestazione biennale, per la prima volta dopo il riconoscimento della certificazione di Indicazione Geografica Protetta ottenuto nell’aprile 2015. La manifestazione internazionale ospitata a Milano, dopo le diverse fiere che ci hanno visto protagonisti all’estero, sarà un’occasione di promozione e valorizzazione del nostro prodotto anche di fronte a pubblico e operatori nazionali, facendo conoscere da vicino il salume, ma anche la storia e tradizioni che sono fondamento della certificazione di qualità”.

I numeri di TuttoFood. La manifestazione, organizzata da Fiera Milano, ha registrato nell’ultima edizione quasi 80 mila visitatori e quest’anno coinvolgerà quasi tremila espositori, 500 dei quali provengono dall’estero, e oltre 3 mila buyer in arrivo dall’Italia e dall’estero.

Finocchiona IGP presente a ‘The extraordinary taste of Tuscany’ per Sial Toronto

Wine-Hall_article_list_grid_sial-network_engLa Finocchiona IGP non poteva mancare nella degustazione di piatti a base di prodotti toscani DOP e IGP in programma martedì 2 maggio presso il Ristorante Terroni Adelaide a Toronto, organizzata come evento collaterale del Sial, Salone mondiale dell’alimentazione in corso fino al 4 maggio nella città canadese.

Pecorino Toscano, Prosciutto Toscano, olio e vino di produzione toscana arricchiranno la degustazione ‘The extraordinary taste of Tuscany’, sostenuta dall’ufficio ICE di Toronto per promuovere alcuni prodotti espressione dell’enogastronomia toscana e farli conoscere da vicino a importatori, distributori, ristoratori e stampa.

Pedalata di gusto al Florence bike festival con la Finocchiona IGP (21-23 aprile)

La Finocchiona IGP si unirà ai sapori tipici toscani che affiancheranno il Florence bike festival 2017, in programma da venerdì 21 a domenica 23 aprile nel Parco delle Cascine a Firenze. La tre giorni dedicata alle due ruote richiamerà nel capoluogo toscano migliaia di appassionati e bikers di tutte le età e tutte le tendenze ciclistiche, che avranno l’opportunità di scoprire in bicicletta, da soli o con la famiglia, il polmone verde di Firenze e la sua ricchezza naturalistica attraverso un ricco programma di iniziative collaterali, anche a misura di bambino. Fra una pedalata e l’altra, ci sarà spazio per gustare anche le eccellenze agroalimentari della Toscana, fra cui la Finocchiona IGP, che figura fra gli sponsor della manifestazione con il suo Consorzio di tutela cogliendo una nuova occasione di promozione e conoscenza del prodotto di fronte a un grande pubblico.

Il Florence Bike Festival, giunto alla quarta edizione, è a ingresso gratuito e organizzato da UISP Comitato di Firenze, VéloceClubFirenze e Sicrea srl, con il patrocinio di Regione Toscana, Città Metropolitana e Comune di Firenze. Per approfondire il programma, è possibile consultare il sito www.fbf.bike.

La Finocchiona IGP al Vinitaly dal 9 al 12 aprile insieme ad altre eccellenze toscane

La Finocchiona IGP rinnova la sua presenza al Vinitaly di Verona, in programma dal 9 al 12 aprile per la 51° edizione. Una delle eccellenze dell’enogastronomia toscana sarà ospite del Consorzio Chianti Classico insieme ad altri Consorzi di tutela, dal vino all’olio, dal formaggio ai salumi, rafforzando la sinergia avviata da tempo per promuovere in maniera sempre più forte il patrimonio agroalimentare toscano. A rappresentare il Consorzio di tutela della Finocchiona IGP sarà il direttore Francesco Seghi.

“Il Consorzio di tutela della Finocchiona IGP – afferma il direttore, Francesco Seghi – è lieto di partecipare anche quest’anno al Vinitaly insieme al Consorzio Chianti Classico e ad altri prodotti Dop e Igp della Toscana, cogliendo un’ulteriore occasione di promozione per il nostro prodotto”.