Lavorazione-10
Un prodotto lavorato secondo tradizione

Cosa rende unica la Finocchiona IGP? Sicuramente il suo ingrediente principale, i semi e/o fiori di finocchio, aggiunti insieme a pepe, sale e aglio, a un impasto delle migliori carni suine, selezionate, controllate, macinate e lavorate secondo la tradizione per conferire a ogni fetta quel sapore inconfondibile che rimanda alla Toscana. Ogni produttore si tramanda, di generazione in generazione, una ricetta segreta che risponde alle rigide regole del Disciplinare di produzione ma che può variare, in relazione alla quantità degli ingredienti, dando a ognuno la possibilità di personalizzare ogni Finocchiona IGP con un tocco di artigianalità e di fantasia.

Dopo aver selezionato i migliori tagli si passa alla speziatura dell’impasto, aggiungendo semi o fiori di finocchio, aglio, sale, pepe e, per chi vuole, il vino rosso, in quantità che possono variare all’interno di un intervallo ben definito e stabilito dal Disciplinare di produzione. Alla speziatura seguono l’insaccatura e la stagionatura che può variare da poche settimane a poco più di un mese, consentendo la maturazione degli aromi tradizionali e il mantenimento della caratteristica consistenza morbida. Il Disciplinare di produzione prevede un minimo di 15 giorni per tagli fino a 1 kg e un massimo di 45 giorni per pezzature fino a 25 kg.

Curiosità.

Lo sapevi che il Disciplinare di produzione consente di aggiungere il vino rosso all’impasto? L’aggiunta di vino è possibile fino a un massimo di 1 litro per ogni 100 Kg di impasto da insaccare.

Intervento realizzato con il cofinanziamento FEASR del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Toscana - sottomisura 3.2