Articoli

Finocchiona IGP e Grandi cuochi: continua la collaborazione vincente

La Finocchiona IGP è ancora protagonista delle ricette dei grandi Chef che potranno essere gustate lunedì 13 maggio all’open dinner presso la Villa Di Passignano.

L’evento, realizzato congiuntamente da Unione Regionale Cuochi Toscani ed Unione Regionale Cuochi Umbri per i propri associati e partner, è una serata all’insegna del connubio di due Regioni ma anche e soprattutto delle loro eccellenze.

“Siamo felici di prender parte a questo evento. Per il nostro Consorzio è una delle iniziative che accompagna la proficua collaborazione intrapresa con l’Unione Regionale Cuochi Toscani e ci permette di allargare la cooperazione anche all’Umbria. Afferma Alessandro Iacomoni , presidente del Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP – Questa iniziativa, inoltre, è in linea con il viaggio nelle regioni dello stivale che abbiamo intrapreso con “Panini D’Italia” il progetto appena lanciato a Tuttofood in collaborazione con Chef Shady”.

La Finocchiona IGP terrà alta la bandiera della Toscana insieme a Pecorino Toscano DOP, Prosciutto Toscano DOP e ad aziende come Mukki, Zona Market, Pasta Toscana, Acqua Fonte Medici e Giotto Fanti Fresh.

Per l’Umbria l’URCU, sostenuta dall’Università dei Sapori schiera Cancelloni, Consorzio della Fagiolina, Zafferano di Terre del Conte, Cantine Pucciarella e Distillerie Subasio Erodrinks.

Ad accompagnare il buon cibo saranno i vini di pregio che caratterizzano la zona di confine tra Toscana ed Umbria proposti da Associazione Italiana Sommelier.

LA FINOCCHIONA IGP PRESENTA “PANINI D’ITALIA” A TUTTOFOOD 2019

La Regina dei salumi toscani incontra le DOP e IGP d’Italia in panini d’autore realizzati dallo Chef Shady, direttamente da “La Prova del Cuoco”

Per la seconda volta il Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP parteciperà, dal 6 al 9 maggio a TUTTOFOOD, la vetrina internazionale del settore agroalimentare dedicata agli operatori del settore. Giunta alla sua settima edizione con cadenza biennale, TUTTOFOOD si è evoluta negli anni a un “contenitore” che ospita tutta la filiera, dall’incontro domanda-offerta fino alla condivisione di conoscenze e approfondimenti sul futuro del settore, grazie a un ricco calendario di eventi al quale parteciperà anche il Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP.

L’8 maggio alle ore 12,30, presso lo Stand C37 – Padiglione 6 di Fiera Milano, la Finocchiona IGP sarà la protagonista, insieme ad altre eccellenze italiane, di un percorso gustativo che vedrà lo chef Shady, uno degli chef di riferimento di RaiUno da “La prova del cuoco” a “Uno mattina”, impegnato nella realizzazione di alcuni panini. L’evento sarà un’anteprima delle proposte che poi saranno pubblicate dal Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP sul proprio sito e sui propri canali social-network: i partecipanti avranno modo di gustare una selezione di panini e proposte di abbinamento all’insegna del gusto e del “Made in Italy” di qualità.

I “Panini d’Italia” avranno una connotazione regionale e saranno realizzati sposando la Finocchiona IGP con diversi tipi di pani regionali, come il Pane Toscano DOP e la Piadina Romagnola IGP, a tante prelibatezze DOP e IGP tra cui ad esempio il Pecorino Toscano DOP, il Gorgonzola DOP, Olio Extravergine di Oliva Toscano IGP, il Provolone Valpadana DOP, l’Aceto Balsamico di Modena IGP, la Mozzarella di Bufala Campana DOP e il Grana Padano DOP. Alla fine della presentazione i partecipanti saranno benvenuti ad assaggiare i panini preparati e a intervenire con domande e commenti.

L’evento verrà aperto dal Presidente del Consorzio, Alessandro Iacomoni e dal Direttore, Francesco Seghi, i quali racconteranno la Finocchiona IGP presentando brevemente il Consorzio ed il progetto “Panini d’Italia” che caratterizzerà anche una pagina dedicata del sito internet www.finocchionaigp.it . “Siamo molto soddisfatti di partecipare per la seconda volta a TUTTOFOOD, per noi un’occasione preziosa di promozione e valorizzazione del nostro prodotto a prestigiosi operatori del panorama nazionale e internazionale, che ci permette di far conoscere da vicino non solo la Finocchiona IGP ma anche la storia e le tradizioni che sono fondamento della certificazione di qualità del nostro prodotto” afferma Alessandro Iacomoni. “Ringraziamo di cuore tutti i Consorzi delle denominazioni DOP e IGP che hanno voluto abbracciare il nostro progetto “Panini d’Italia”: crediamo fortemente nello spirito di squadra e questo progetto è la prova che la qualità del “Made in Italy” si sposa a perfezione. Ringraziamo Chef Shady – continua Francesco Seghi – con il quale abbiamo collaborato per creare queste nuove proposte e far comprendere che la Finocchiona IGP è un prodotto versatile, che si abbina splendidamente con le altre eccellenze del territorio toscano e nazionale. La Finocchiona IGP può avere un ruolo da protagonista sia nel menù più sofisticato sia nello street food di qualità”.

Il percorso di conoscenza della Finocchiona IGP sarà arricchito dall’intervento della nutrizionista Emma Balsimelli che parlerà di questo particolare salume dal punto di vista nutrizionale, e delle sue caratteristiche, ma soprattutto come utilizzarlo in una dieta equilibrata e bilanciata senza rinunciare al gusto.

 

TUTTOFOOD Milano, 6- 8 maggio 2019- Fiera Milano, Rho

CONSORZIO DI TUTELA DELLA FINOCCHIONA IGP – Padiglione 6 – Stand C37 D38

“Panini d’Italia” con Chef Shady – 8 Maggio ore 12,30

 

Tutti i prodotti DOP e IGP in abbinamento alla Finocchiona IGP per la realizzazione dei panini

Prodotti di panetteria:

Pane Toscano DOP

Piadina Romagnola IGP

Pane di Altamura DOP

 

Formaggi:

Grana Padano DOP

Mozzarella di Bufala Campana DOP

Pecorino Toscano DOP

Gorgonzola DOP

Piave DOP

Provolone Valpadana DOP

Cacio Cavallo Sillano DOP

Ragusano DOP

Pecorino Crotonese DOP

 

 

Oli e condimenti:
Aceto balsamico di Modena IGP

Olio Dauno DOP

Olio Toscano IGP

Olio Val di Mazara DOP

 

Ortofrutticoli:

Pera Mantovana IGP

Mele Alto Adige IGP

Oliva Bella della Daunia DOP

Nocciole di Giffoni IGP

Fungo di Borgataro IGP

Pomodoro di Pachino IGP

Pistacchio verde di Bronte DOP

Radicchio Rosso di Treviso DOP

Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP

Liquirizia di Calabria DOP

 

LA FINOCCHIONA IGP TORNA ALL’ISTITUTO ALBERGHIERO DI MONTECATINI TERME

Il 13 Febbraio e il 1 Marzo la regina dei salumi fa scuola ai ragazzi del 5° anno

 Ad un anno dalla prima esperienza in cattedra, il Consorzio di tutela della Finocchiona IGP torna a Montecatini Terme per illustrare insieme ad altre eccellenze del territorio il significato e il valore, anche sul piano della sicurezza alimentare, che racchiudono le certificazioni DOP e IGP.

 “La Finocchiona IGP nasce da tradizioni gastronomiche antichissime che costituiscono una parte importante del nostro patrimonio culturale. Per noi è molto importante parlare della Finocchiona IGP, della scelta degli ingredienti di alta qualità, far conoscere la certificazione a chi ha intrapreso un processo di formazione professionale specifico – afferma Alessandro Iacomoni, presidente del Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP – Il rapporto con le scuole, costruito nel corso di quest’anno si è rivelato proficuo ed intendiamo intensificare sempre di più gli appuntamenti con la didattica”.

 “La conoscenza dei prodotti del territorio e la loro valorizzazione è stata da sempre parte integrante del nostro percorso formativo: le lezioni laboratoriali dei docenti si basano sulla conoscenza della materia prima per poi dare le chiavi di lettura per una scelta consapevole del prodotto locale – afferma Riccardo Monti, preside dell’Istituto Alberghiero F. Martini.

“Ora, grazie alla collaborazione con i consorzi,  possiamo colmare questo “gap” del nostro percorso formativo, lo stretto rapporto con chi rappresenta e tutela le eccellenze. La speranza è quella di far crescere e sviluppare la consapevolezza che la tutela del patrimonio gastronomico deve passare da questi incontri di alto valore formativo” – conclude Daniele Gherardini, docente dell’Istituto Alberghiero F. Martini.

 La lezione prevista per mercoledì 13 Febbraio vedrà impegnati la Finocchiona IGP e il Prosciutto Toscano DOP, a seguire l’appuntamento del venerdì 1° marzo, a cui si unirà anche l’Olio Toscano IGP e il Pecorino Toscano DOP.

 

La Finocchiona IGP alla IV edizione di “Food & Wine In Progress”

Stazione Leopolda – Firenze, 01 – 02 Dicembre 2018:

Il Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP parteciperà alla due giorni fiorentina dedicata alle eccellenze del territorio e sarà protagonista dell’“Experience” di domenica pomeriggio, il focus a cura di URCT – Unione Regionale Cuochi Toscani – che vedrà sette chef alternarsi nell’elaborazione di sette ricette a base di Finocchiona IGP. A seguire i suggerimenti di Ais – Associazione italiana Sommelier – per proporre l’abbinamento migliore.

I cuochi protagonisti dell’Experience sono: Leonardo Baldi, Manuel Boccuzzi, Elisa Masoni, Cristian Civale, Ferdinando Lorenzetti, Shady Hasbun, Mazzucato Argentina

“Siamo contenti di partecipare per la seconda volta a Food & Wine In Progress, evento di qualità e di grande successo – afferma Alessandro Iacomoni, presidente del Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP- Per noi è importante anche il target a cui si rivolge la manifestazione perché il Consorzio sta collaborando con i ristoratori per creare nuove ricette e far comprendere che la Finocchiona IGP è un prodotto versatile. Per questo abbiamo intrapreso una collaborazione con L’Unione Cuochi Toscani e l’ultimo esempio è il recente contest presso la Fondazione Zeffirelli dove due squadre di Chef, i Guelfi e i Ghibellini, si sono sfidati creando piatti gustosi e stimolanti”.

“Con Chef Shady – continua Francesco Seghi, direttore del Consorzio – la finocchiona è stata protagonista di un piatto creato dai ragazzi della scuola alberghiera Vegni di Cortona in occasione di una gara tra istituti alberghieri che si è svolta al FICO di Bologna. La Finocchiona IGP è stata scelta come eccellenza del territorio e cucinata insieme ad altre ingredienti locali. Noi crediamo molto nei giovani e facciamo del nostro meglio per promuovere la Finocchiona IGP anche tra gli chef di domani”.              

“CIAK si cucina”: è un successo il Contest in onore della FINOCCHIONA IGP

Sono gli chef della squadra dei Ghibellini i vincitori del contest organizzato dal Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP in collaborazione con Unione Regionale Cuochi Toscani.

Ogni chef ha ideato e realizzato la propria ricetta a base di Finocchiona IGP in un gioco di squadra a staffetta che ha visto coinvolti dieci Cuochi professionisti. I berretti bianchi divisi in ‘Guelfi’ e ‘Ghibellini’, hanno deliziato pubblico e giuria con ricette originali e gustose e provato come sia facile con la Finocchiona IGP variare il menù di tutti i giorni.

La degustazione di Finocchiona IGP ed altre eccellenze del territorio come il Prosciutto Toscano Dop ha accompagnato l’alternarsi in scena dei cuochi, condotto da Anna Maria Tossani: un viaggio nella tradizione toscana che ha permesso al grande pubblico di apprendere regole e curiosità della regina dei salumi.

 Alessandro Iacomoni, il Presidente del Consorzio di tutela della Finocchiona IGP “La varietà di abbinamenti e piatti che possono nascere con la Finocchiona IGP è notevole. Grazie alla collaborazione con l’Unione Regionale Cuochi Toscani abbiamo dato vita ad una sfida gustosa per scoprire ricette semplici e veloci che si prestino non solo alla ristorazione ma anche ai fornelli di casa”

Francesco Seghi, Direttore del Consorzio di tutela della Finocchiona IGP “ringraziamo gli sponsor che hanno reso possibile la sfida di oggi e i professionisti intervenuti. Chi non ha potuto prender parte all’evento potrà scoprire online le dieci ricette che saranno pubblicate tra pochi giorni nel nostro sito e, nel prossimo periodo, nelle nostre pagine social”.

A valutare le prestazioni, la giuria capitanata da Roberto Lodovichi, Presidente URCT (Unione Regionale Cuochi Toscani) “È sempre un piacere per i Cuochi Toscani collaborare con realtà come il Consorzio della Finocchiona IGP: queste attività sono uno stimolo per la nostra creatività e per valorizzare il nostro territorio”

Protagonisti indiscussi insieme alla Finocchiona IGP i cuochi professionisti così divisi:

Ghibellini

Gabriele Andreoni, Beatrice Segoni, Andrea Perini, Maria Probst.

Guelfi

Franco Mazzei, Vincenzo Volpe, Daniele Cornacchia, Lucia Grotti, Francesco Seravalle.

Finocchiona IGP a FICO insieme alle giovani promesse della cucina italiana

In occasione del contest tra istituti alberghieri organizzato da Fico Eataly Word di Bologna, la Finocchiona IGP ha partecipato con le scuole degli Chef del futuro: infatti è stato il turno della ricetta preparata da quattro giovani cuochi dell’istituto Vegni di Cortona.

I ragazzi, seguiti e sapientemente coordinati da Chef Shady, sono Elena Ricci, Thomas Meoni, Sahil Bagga e Sara Sergenti, giovani talenti e Chef in erba che hanno realizzato il piatto “Orzotto con crema di zucca, Finocchiona IGP tostata e spuma di tartufo”.

” E’ sempre bello essere vicini ai ragazzi ed aiutarli nel loro percorso di crescita – racconta Alessandro Iacomoni, presidente del Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP – e siamo orgogliosi dei loro risultati. La ricetta è sicuramente un successo, grazie alla presenza di tante bontà e prodotti tipici toscani come la Finocchiona IGP”.

Ben cento assaggi in sole due ore che hanno confermato l’abilità dei ragazzi che si sono saputi destreggiare con abilità ai fornelli.

“CIAK si cucina”: La Toscana tra cinema e cucina con la Finocchiona IGP

Si svolgerà giovedì 22 novembre nella splendida cornice della Fondazione Franco Zeffirelli presso Zeffirelli’s Tea Room, Bar&Restaurant, il contest in onore della Regina dei salumi organizzato dal Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP in collaborazione con Unione Regionale Cuochi Toscani.

Dieci Cuochi professionisti, divisi in due squadre, si sfideranno a suon di pentole e coperchi nella realizzazione di altrettante ricette gustose, veloci ed economiche per evidenziare la versatilità della Finocchiona IGP.

Una gara a staffetta tra due team, i ‘Guelfi’ e i ‘Ghibellini’, che avranno un identico carrello di spesa e realizzeranno ricette da quindici minuti ciascuna.

Ciascun gruppo potrà decidere in autonomia l’ordine di lavoro. Ogni cuoco dovrà aver cura di non usare tutti gli ingredienti e di lasciare qualcosa anche per lo chef successivo a cui passerà il testimone. L’unico alimento costante e senza limite di utilizzo sarà la Finocchiona IGP.

 

L’evento sarà condotto da Anna Maria Tossani, noto volto televisivo toscano.

Una giuria qualificata presieduta da Roberto Lodovichi, Presidente URCT (Unione Regionale Cuochi Toscani) decreterà la squadra vincente valutando creatività, presentazione e food cost.

Il pubblico potrà carpire i segreti degli chef, trovare spunti per ricette gustose da provare a casa e degustare la Finocchiona IGP insieme ad altre eccellenze del territorio come il Prosciutto Toscano Dop.

Per chi volesse partecipare l’appuntamento è giovedì 22 novembre, dalle ore 10:30 alle 13.00 presso Zeffirelli’s Tea Room, Bar&Restaurant – Fondazione Franco Zeffirelli (Piazza di S. Firenze, 5 – Firenze) con ingresso libero fino ad esaurimento posti

Battuta di Finocchiona IGP, sfoglie di fegato di cinghiale, fichi cotti e crudi

Albergaccio2

Ricetta di Sonia Visman e Pietro Cacciatori – Chef del ristorante “Albergaccio di Castellina” a Castellina in Chianti.

Ingredienti

Finocchiona IGP, fegato di maiale, fichi dottati, pane toscano, vino rosso, olio extravergine d’oliva, Vin Santo, Marsala, salvia.

Procedimento

Tagliare una parte di fichi in quattro, rosolare una noce di burro in una padella aggiungere i fichi e cuocere a fuoco vivace per pochi minuti; sfumare con del vin santo e conservare. Dal pane toscano ricavare delle fette sottilissime e dorarle in forno con olio, sale e qualche goccia di vino rosso. Cuocere il fegato in casseruola con sale, marsala e salvia, freddarlo e tagliarlo a fettine. Comporre il piatto con alla base i fichi cotti poi il fegato tagliato in fettine sottili, la Finocchiona IGP tagliata in piccolissimi cubetti e leggermente condita con olio extravergine di oliva e vino rosso. Terminare con il pane arrostito ed i fichi crudi tagliati a piccoli pezzi. Decorare con fiori di finocchio.

Ravioli ripieni di ragù di Finocchiona IGP su fonduta di Pecorino Toscano DOP

Albergaccio2

Ricetta di Sonia Visman e Pietro Cacciatori – Chef del ristorante “Albergaccio di Castellina” a Castellina in Chianti.

Ingredienti

Finocchiona IGP, sedano, carota, cipolla, prezzemolo, vino rosso, uova, farina “00”, besciamella, Pecorino Toscano DOP, olio extravergine di oliva, sale, pepe.

Procedimento

Fare un ragù classico rosolando prima sedano, carota e cipolla, poi dopo aggiungendo la Finocchiona IGP tritata, sfumare con vino rosso e portare a cottura aggiungendo dell’acqua. Nel frattempo impastare uova e farina (1 uovo ogni 100 gr. di farina) creando un impasto liscio lasciandolo poi riposare, coperto in frigorifero, per almeno 1 ora. Per la fonduta aggiungere ad un besciamella classica, girando continuamente, il Pecorino Toscano DOP tagliato finemente, aggiustare di sale e pepe. Stendere la pasta molto finemente, riempire con il ragù freddo, dare la forma desiderata ed avere cura di spalmare il bordo della pasta con dell’uovo sbattuto prima di richiuderlo premendo bene. Cuocere la pasta in acqua salata per pochi minuti, saltare in padella con olio extravergine di oliva e Finocchiona IGP tagliata a dadini. Servire nel piatto ricoprendo i ravioli con la fonduta ben calda.