Involtini di Finocchiona IGP con porri e ceci

Involtini di Finocchiona IGP con porri e ceci



Per un secondo piatto ricco di gusto e creatività, provate gli involtini proposti da Anna Tuci e arricchiti da porri e ceci. Un’idea semplice e veloce per portare in tavola la vostra creatività in cucina.

Ingredienti

  • Ceci 100gr
  • Porri 2
  • Finocchiona IGP 8 fette
  • Rosmarino 2 rametti
  • Agli 2 spicchi
  • Sale, pepe, peperoncino, olio evo q.b.

Preparazione

Mettete i ceci in ammollo per 12 ore, poi cuoceteli in acqua salata. Nel frattempo, pulite i porri e tagliateli a rondelle fini, metteteli in una casseruola con 3 cucchiai d’olio e un po’ di peperoncino, sale e pepe. Cuocete i porri a fiamma moderata per 15 minuti e poi lasciateli freddare. Passate al mixer i ceci cotti con poca acqua di cottura. Scaldate in una casseruola 2 spicchi d’aglio interi con 2 rametti di rosmarino e quando l’aglio prende colore, versate la passata di ceci, per poi aggiustare di sale e pepe e far ritirare a fuoco basso. Il risultato dovrà una purea morbida, pronta ad accogliere gli involtini di porri in una fetta di Finocchiona IGP.

Condividi:



Prova anche queste ricette


Coniglio alla Finocchiona IGP con pere e asparagi

Coniglio alla Finocchiona IGP con pere e asparagi



Ingredienti insoliti e originali per arricchire con gusto e sapore un secondo piatto a base di carne bianca. Per una proposta alternativa al solito menu, provate la ricetta suggerita da Marcella Schillaci e non ve ne pentirete

Ingredienti

  • Coniglio disossato 600 gr
  • Finocchiona IGP 100 gr
  • Pera 1
  • Mazzolino di asparagi 1
  • Foglie di basilico 10
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Olio per friggere
  • Uova 2
  • Funghi Cardoncelli 100gr
  • Farina, sale e paprica q.b.

Preparazione

Cuocete gli asparagi ed emulsionatene alcuni con il mixer a immersione, aggiungendo acqua di cottura, basilico, olio e sale. Tagliate a bocconcini il coniglio e avvolgetelo nella Finocchiona IGP a fette, passate tutto nelle uova precedentemente sbattute, impanate nella farina e friggete abbondantemente nell’olio caldo. Nel frattempo, tagliate a lamelle il fungo e friggetelo nell’olio bollente e scottate una fetta di Finocchiona IGP nel burro per renderla croccante.

Per servire in tavola, adagiate sul fondo del piatto l’emulsione di asparagi, posizionate al centro una lamella di pera e posateci sopra i pezzetti di coniglio. Posizionate due o tre fette sottili di pera sui bocconcini rifinendo con i funghi, la fetta di Finocchiona IGP scottata e qualche filino di asparago. Per completare, spolverate con un pizzico di paprica.

Condividi:



Prova anche queste ricette


Coscia di coniglio ripiena con sformatino di patate in crosta di Finocchiona IGP, finocchi e carciofi

Coscia di coniglio ripiena con sformatino di patate in crosta di Finocchiona IGP, finocchi e carciofi



Un secondo piatto che unisce carne bianca e verdure, per portare a tavola una ricetta creativa e gustosa seguendo le dosi e il procedimento di Lorenza Droandi.

Ingredienti

  • Cosce di coniglio 4
  • Finocchiona IGP 16 fette
  • Carciofi grandi 3
  • Patate medie 6
  • Finocchi 2
  • Uova 2
  • Besciamella 2 bicchieri
  • Parmigiano Reggiano DOP 1 etto
  • Scamorza 1
  • Sale, pepe, semi di finocchio, prezzemolo, aglio q.b.
  • Olio extravergine di oliva

Preparazione

Per la coscia di coniglio ripiena
Disossate la coscia, apritela bene e conditela con sale, pepe e semi di finocchio. Disponete sopra la coscia aperta due fettine di Finocchiona IGP e aggiungete un po’ di patata precedentemente lessata, schiacciata e condita con sale, pepe e Parmigiano Reggiano DOP e qualche listarella di carciofo precedentemente pulito, tagliato a fettine sottili e saltato in padella con olio di oliva, sale, pepe, prezzemolo. Chiudete a libro e bloccate con uno stecchino, che dovrà essere tolto a fine cottura. Salate la coscia esternamente, condite con olio e infornate a 180° con carta forno per circa 40 minuti girandola di tanto in tanto per ottimizzare la cottura.

Per lo sformatino di patate
Imburrate bene un pirottino, foderatelo con una o due fette di Finocchiona IGP, lessate le patate e schiacciatele con passapatate, salate, pepate, aggiungete 2 uova intere e 4 cucchiai abbondanti di Parmigiano Reggiano DOP, amalgamate bene e riempite il pirottino. Infornate a 180° per circa 20 minuti.

Per il carciofo al tegame
Dopo aver scelto 2 bei carciofi grandi, puliteli bene fino al tenero e divideteli in due verticalmente. Condite con olio di oliva, aglio, prezzemolo, sale e pepe. Girate di tanto in tanto aggiungendo un po’ di brodo fino a ultimare la cottura.

Per il finocchio gratinato provola e finocchiona
Scottate il finocchio intero. Dividetelo in due verticalmente. Aprite un po’ le foglie e inserite alcune piccole fette di scamorza e Finocchiona IGP, nappando successivamente il tutto con la besciamella. Imburrate un pirottino, appoggiate il mezzo finocchio farcito e infornate per 20 minuti a 180°.

Servire il tutto ben caldo e buon appetito!

Condividi:



Prova anche queste ricette


Petto d’anatra con farcia di Finocchiona IGP, carciofi arrosto e chutney di mango

Petto d’anatra con farcia di Finocchiona IGP, carciofi arrosto e chutney di mango



Un secondo piatto dal sapore insolito e originale, capace di unire gusti particolari con creatività e dando colore alla portata. A firmare la ricetta è Antonella Celio.

Ingredienti

  • Finocchiona IGP 200 gr
  • Fesa di tacchino 200 gr
  • Albume di 1 uovo
  • Petti d’anatra 2
  • Carciofi romani 2
  • Mango 1
  • Zucchero 40 gr
  • Aceto di mela 20 cl
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • Sale e pepe q.b.
  • Olio Extravergine di Oliva q.b.

Preparazione

Tagliate a cubetti un mango e lasciatelo in una ciotola con lo zucchero per due ore, dopodiché aggiungete l’aceto di mele e passate il tutto in un pentolino. Fate ritirare il liquido e mettete da parte. Nel frattempo, pulite i carciofi, tagliateli a metà, conditeli a piacimento e metteteli a cuocere in forno. Frullate, poi, la fesa di tacchino con la Finocchiona IGP, l’albume, sale e pepe fino a ottenere una farcia che metterete in un sacchetto da pasticcere.

Per preparare i petti d’anatra, fate una tasca con un coltello affilato facendo attenzione a non forare il petto e riempiteli con la farcia. Salate e pepate i petti, insaporendo con qualche foglia di salvia e due bacche di ginepro e cuocete in forno.

Prima di servire, rosolate i petti e i carciofi in padella con olio extravergine di oliva ben caldo prima sulla pelle e poi dall’altro lato, togliete i petti e sfumate con poco vino ottenendo una salsa per inumidire la carne. Servite i petti scaloppati con la salsa di cottura, un cucchiaio di Chutney di Mango e i carciofi arrosto. Buon appetito!

Condividi:



Prova anche queste ricette


Roll di coniglio farcito con Finocchiona IGP e gambero con miglio alle zucchine e peperone con bisque al curry e Finocchiona IGP croccante

Roll di coniglio farcito con Finocchiona IGP e gambero con miglio alle zucchine e peperone con bisque al curry e Finocchiona IGP croccante



Questa ricetta è stata realizzata a quattro mani da Catia Poli e Silvia Albani e vi permetterà di portare in tavola un secondo insolito e sfizioso. Provare per credere.

Ingredienti

  • Lombetti di coniglio con pancia 2
  • Finocchiona IGP 350 gr
  • Pancarrè 100 gr
  • Panna fresca liquida 150 gr
  • Uovo 1
  • Miglio cotto 300 gr
  • Peperone  1
  • Zucchina 1
  • Porro 100 grPer la bisque
  • Mirepoix di verdure 200 gr
  • Carapaci di gambero 600 gr
  • Aglio in camicia 1
  • Bandy 100 gr
  • Fumetto di pesce 2000 gr
  • Pomodori maturi rossi 300 gr
  • Foglie di bietola 6
  • Olio extravergine di oliva, sale, pepe

Preparazione

Tritate al cutter 300 gr di Finocchiona IGP con il pancarrè, dopo di che aggiungete la panna, l’albume d’uovo, sale e pepe. Stendete la farcia all’interno del coniglio, adagiate le foglie di bietola leggermente sbianchita e privata della costa centrale e arrotolate con l’aiuto della carta da forno formando un roll. Avvolgete nella carta stagnola e cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa un’ora.

Cuocete il miglio mettendolo in un tegame e ricopritelo d’acqua per il doppio del suo volume: fate cuocere per circa 20 minuti girando di tanto in tanto fino a che l’acqua non si sarà ritirata. Tagliate a listarelle la zucchina, il peperone e il porro e passateli in padella cuocendoli. Aggiungete le verdure al miglio una volta cotto e scolato.

Per preparare la bisque, tostate in forno i carapaci dei gamberi, in una casseruola rosolate la mirepoix di verdure e l’aglio. Bagnate i carapaci con il brandy e fate evaporare, unite il fumetto di crostacei, il pepe in grani, i pomodori tagliati e privati dei semi e il liquido di vegetazione. Se si ritiene necessario, aggiungete anche un cucchiaio di concentrato di pomodoro, fate cuocere per 40′. Schiumate e filtrate il tutto e lasciate ridurre la bisque fino ad avere un composto denso. Tritate la Finocchiona IGP mettendo da parte qualche fetta e rosolate in padella antiaderente la Finocchiona IGP tritata. Infine, passate in padella anche le fette lasciate intere e quando saranno ben rosolate date la forma a cono.

Per presentare il vostro piatto

Sulla base del piatto sistemate il miglio a temperatura ambiente, tagliate il coniglio formando dei roll e adagiateli al centro del miglio stesso. Al suo fianco, sistemate la fetta intera della Finocchiona IGP croccante e cospargete con Finocchiona IGP tritata e resa croccante sui roll, per poi nappare con la bisque di gambero e servire.

Condividi:



Prova anche queste ricette


Tortelloni di Finocchiona IGP su crema di finocchi e finocchietto selvatico

Tortelloni di Finocchiona IGP su crema di finocchi e finocchietto selvatico



Cercate una ricetta creativa senza rinunciare al gusto e al sapore della tradizione? Provate i tortelloni di Finocchiona IGP su crema di finocchi e finocchietto selvatico proposti da Elisabetta Becagli e troverete quello che può fare al caso vostro.

Ingredienti

Per la pasta

  • Uova 3 + 1 tuorlo
  • Farina 00 150 gr
  • Farina di semola 150 gr

Per il ripieno

  • Ricotta 250 gr
  • Finocchiona IGP 200 gr

Per la crema al finocchio

  • Finocchi 3
  • Burro 50 gr
  • Latte 250 ml
  • Parmigiano Reggiano DOP 100 gr
  • Brodo vegetale

Per la finitura e l’impiattamento

  • Finocchietto selvatico
  • Pecorino di Grotta 100 gr
  • Finocchiona IGP 1 fetta
  • Pangrattato
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione

Impastate la farina e le uova fino a ottenere una pasta morbida ed elastica. Fate riposare almeno 30 minuti la pasta ottenuta in frigo. Per il ripieno, sbriciolate la Finocchiona IGP e mescolate alla ricotta setacciata, aggiustando di sale. Stendete la pasta 10 x 10 cm e preparate i tortelloni con il ripieno ottenuto. Tagliate i finocchi a fettine sottili. In una casseruola, sciogliete nel frattempo una noce di burro e mettete i finocchi tagliati, prima di coprirli con il latte e cuocerli a fuoco lento fino a quando il latte non si è ritirato e i finocchi sono quasi disfatti. Aggiungete il Parmigiano Reggiano DOP grattugiato ai finocchi e frullateli fino a ottenere una crema. Se necessario, utilizzate un po’ di brodo vegetale fino a ottenere la consistenza voluta e aggiustate di sale e pepe. Cuocete i tortelloni in acqua salata e saltateli in padella con del burro e del finocchietto selvatico.

Per presentare ed esaltare il vostro piatto

Disponete al centro del piatto la crema di finocchio e adagiate sopra i tortelloni. Finite con delle scaglie di Pecorino di Fossa e aggiungete qualche listarella di Finocchiona IGP. Spolverate con del pangrattato tostato e aggiungete del pepe macinato fresco prima di servire.

Condividi:



Prova anche queste ricette


Tortelli al ripieno di fave, Pecorino e Finocchiona IGP

Tortelli al ripieno di fave, Pecorino e Finocchiona IGP



Tre ingredienti nati per andare a braccetto, come fave, Pecorino Toscano DOP e Finocchiona IGP, rinnovano il loro legame di gusto e sapore per rendere unici i tortelli proposti da Giuseppina Cuomo. Provate a seguire dosi e consigli e non rimarrete delusi

Ingredienti per i tortelli

  • Farina 0 150gr
  • Farina di grano Verna macinata a pietra 100gr
  • Uova 3
  • Olio Extravergine di Oliva
  • Sale

Ingredienti per il ripieno

  • Fave fresche, sgranate e sbucciate 150 gr
  • Pecorino Toscano DOP stagionato 80 gr
  • Finocchiona IGP 80 gr

Ingredienti per la salsa

  • Burro 100 gr
  • Farina 3 cucchiai
  • Latte 1 l
  • Pecorino Toscano DOP semi-stagionato 100 gr

Preparazione

Per preparare i tortelli, fate la fontana con le due farine, rompetevi al centro le uova, aggiungete un cucchiaino di olio, un pizzico di sale e cominciate ad amalgamare gli ingredienti con la forchetta. Lavorateli fino a ottenere una pasta soda ed elastica. Lasciate riposare avvolta nella pellicola per 15 minuti circa e, nel frattempo, iniziate a preparare il ripieno frullando le fave, il Pecorino Toscano DOP e la Finocchiona IGP ridotta a cubetti. Condite a seconda dei gusti con sale e pepe, tenendo conto che la Finocchiona IGP è già saporita.

Per completare la preparazione dei tortelli, stendete la pasta in sottilissime sfoglie e ricavatene dei dischi di circa 9 cm, utilizzando uno stampino rotondo come un coppa pasta. Distribuite un cucchiaino di ripieno al centro di ciascun disco, piegatelo a mezzaluna, sigillatene il bordo e chiudetelo ad anello. Tuffate, poi, i tortelli in abbondante acqua bollente salata e cuoceteli per 3-4 minuti, scolateli e conditeli con la salsa.

Condividi:



Prova anche queste ricette


Linguine con zucca gialla al rosmarino, crema di cicoria e Finocchiona IGP croccante

Linguine con zucca gialla al rosmarino, crema di cicoria e Finocchiona IGP croccante



Colori e sapori unici si uniscono nelle linguine con zucca gialla al rosmarino, crema di cicoria e Finocchiona IGP croccante proposte da Chiara Caporali per un primo piatto ricco di gusto.

Ingredienti

  • Linguine all’uovo 500 gr
  • Zucca gialla 350 gr
  • Cicoria 50 gr
  • Finocchiona IGP a fette 150 gr
  • Rosmarino un rametto
  • Scalogno mezzo
  • Aglio 1 spicchio
  • Vino bianco 1 bicchiere
  • Sale e pepe q.b.
  • Olio extravergine di oliva

Preparazione

Stufate la zucca tagliata a dadini con dello scalogno tritato. Sfumate con del vino bianco fermo, salate e unite del rosmarino tritato. Mettete tutto da parte e scottate delle foglie di cicoria, per poi saltarle in padella con uno spicchio di aglio in camicia e salare. Frullate tutto fino a ottenere una crema e, nel frattempo, rendete croccante la Finocchiona IGP in forno. Cuocete le linguine e saltatele bene al dente con la zucca pronta.

Per servire il vostro piatto, adagiate sul fondo la crema di cicoria con una fetta di Finocchiona IGP croccante. Ponete al centro le linguine e unite la zucca a dadini. Terminate con una o due fette di Finocchiona IGP sulle linguine e una leggera macinata di pepe.

Condividi:



Prova anche queste ricette


Mimosa alla Finocchiona IGP

Mimosa alla Finocchiona IGP



Una ricetta originale e dedicata alle donne, ideale per l’8 marzo ma anche in altre occasioni. Scoprite come preparare la Mimosa alla Finocchiona IGP di Sandra Pacetti per un antipasto di gusto e qualità.

Ingredienti per i panini

  • Farina tipo 0 600 gr
  • Acqua tiepida 320/340 ml
  • Zucchero 1 cucchiaino
  • Lievito di birra fresco 16 gr
  • Olio Evo 30 ml
  • Zafferano 2 bustine

Ingredienti per il ripieno

  • Olive senza nocciolo 20
  • Finocchiona IGP 20 fettine
  • Un pezzo di Asiago mezzano tagliato a cubetti (o altro formaggio morbido)

Ingredienti per rifinire

  • Latte per spennare
  • Semi di girasole, sesamo o papavero

Preparazione

Sciogliete il lievito di birra in 200 ml di acqua tiepida e le due bustine di zafferano nei 120 ml restanti. Tenete da parte i 20 ml restanti e aggiungete, se necessario. Inserite la farina setacciata nella planetaria insieme a zucchero e olio e aggiungete l’acqua con il lievito e quella con lo zafferano. Infine, aggiungete il sale e l’impasto sarà pronto quando sarà liscio, compatto e perfettamente incordato al gancio.

Una volta pronto, trasferite l’impasto dalla planetaria in una ciotola, coprite con pellicola e fate lievitare in forno spento, ma con la luce accesa fino al raddoppio dello stesso, circa 2 ore. Quando l’impasto sarà pronto, prendete l’impasto e suddividetelo in tanti pezzettini del peso di 40 grammi ciascuno. Appiattite ciascun pezzetto con il mattarello dando una forma quasi circolare, farcite con la Finocchiona IGP, l’Asiago fatto a dadini piccoli e le olive sminuzzate, chiudete i panini e sistemate su una teglia con la chiusura verso il basso foderata con carta forno.

Fate lievitare i panini per circa mezz’ora e, nel frattempo, accendete il forno a 200°. Prima di infornare, spennellate con il latte e sistemate i semi, infornate a forno caldo e lasciateli per circa 30 minuti fino a doratura.

Condividi:



Prova anche queste ricette


Tortino di risi con limone e Finocchiona IGP su crema di bufala e riduzione di finocchietto selvatico

Tortino di risi con limone e Finocchiona IGP su crema di bufala e riduzione di finocchietto selvatico



Gusto e fantasia si uniscono nel tortino ai due risi con limone e Finocchiona IGP, crema di bufala e riduzione di finocchietto selvatico proposto da Maria Campagna. Scoprite come preparare questo primo piatto originale e creativo.

Ingredienti

  • Riso Carnaroli 100 gr
  • Riso Vialone nano 100 gr
  • Finocchiona IGP 250 gr
  • Brodo vegetale 500 ml
  • Cipollotti freschi 2
  • Limone di Costiera 1
  • Finocchietto selvatico 100 gr
  • Mozzarella di bufala Campana DOP 250 gr
  • Latte fresco 250 ml

Preparazione

Riso Carnaroli con Finocchiona IGP
Mettete in una casseruola un filo di olio con un po’ di cipollotto tritato. Appena appassisce, mettete una fetta di Finocchiona IGP precedentemente tritata e fatele prendere colore. Buttate il riso Carnaroli e girate il tutto portando il riso a metà cottura con l’aggiunta via via del brodo vegetale. Prima di impiattare, finite la cottura e mantecate.

Riso Vialone Nano
Prendete il limone lavarlo e grattate la buccia, strizzatelo e mettete da parte il succo. Nel frattempo, mettete sul fuoco una casseruola con un filo di olio e un po’ di cipollotto tritato, aggiungete la Finocchiona IGP tritata, il limone grattato e successivamente il riso Vialone Nano e portate il riso a metà cottura, aggiungendo il  brodo vegetale. Il succo di limone va aggiunto nella parte finale della cottura dosando a piacere. Prima di impiattare, portare a cottura il riso.

Crema di mozzarella di bufala
Mettete il latte e la mozzarella in un  recipiente e con un frullatore a immersione per ridurre a crema. Portate a temperatura intorno 60° e filtrate il tutto con un colino fine, tenendo la crema in caldo.

Condividi:



Prova anche queste ricette